GAIA Servizi Civili e Industriali esegue interventi di bonifica con personale tecnico qualificato, sia nella gestione dell’intervento che nella realizzazione degli interventi. Nello specifico la Società è in grado di realizzare impianti tecnologici in sito (approccio alla bonifica di tipo fisico), impiego di prodotti biorisananti (approccio alla bonifica di tipo biologico) e di prodotti chimici (approccio chimico).

Messa in sicurezza in emergenza

Le operazioni di messa in sicurezza di urgenza sono mirate alla rimozione delle fonti inquinanti primarie e secondarie, al fine di evitarne la diffusione verso aree non inquinate e ad impedire il contatto diretto delle persone con il contaminante.

Iniezioni di prodotti ossidanti

Vengono condotti interventi di bonifica in sito mediante l’iniezione nel sottosuolo di prodotti ossidanti. Le iniezioni possono essere eseguite sia direttamente nel terreno (sistema Geoprobe “direct push”) che in pozzo. In ambedue gli approcci vengono impiegate pompe a portata variabile e pressione variabile, in grado di raggiungere pressioni massime di 80/100 bar. I prodotti sono riconducibili a prodotti biorisananti, con approccio biologico e a prodotti con approccio chimico (ISCO In Situ Chemical Oxidation). In linea di massima, queste metodologie consentono di trasformare le sostanze inquinanti in prodotti meno tossici: le reazioni sviluppano come prodotto finale acqua ed anidride carbonica. Gaia Snc si avvale di personale tecnico qualificato ed è in grado di effettuare questo tipo di trattamenti anche in aree poco estese grazie al ridotto ingombro delle attrezzature in dotazione.

Iniezioni di prodotti riducenti

La tecnologia di bonifica in sito attraverso riduzione chimica – ISCR consiste nel trattamento delle matrici ambientali di siti contaminati mediante iniezione in sottosuolo e/o acque di falda di prodotti che inducono la formazione di un ambiente con caratteristiche chimico-fisiche riducenti. Gli approcci tecnici alla realizzazione degli interventi di bonifica sono analoghi a quelli impiegati per i prodotti ossidanti, ai quali si rimanda come criteri generali.